news

Valle d’Aosta, la prima regione italiana a copertura green totale

04 maggio 2017

 

“Entro il 2017 sarà attiva la rete delle colonnine per la ricarica”, aveva dichiarato pochi mesi fa l’assessore alle Attività produttive della Valle d’Aosta Raimondo Donzel. Detto, fatto. La realizzazione di una serie di stazioni per la ricarica dei veicoli elettrici, prevista dall’iniziativa E-Via e finanziata con i fondi del Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei mezzi alimentati a energia elettrica del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è iniziata.

35 nuove colonnine entro la fine della primavera. L’adeguamento infrastrutturale del piano E-Via prevede l’introduzione di 35 colonnine: 11 ad Aosta e le altre lungo tutto l’asse del fondovalle e nelle principali vallate laterali, che si affiancheranno alle 8 già presenti e alle 14 installate nel Supercharger Tesla di Aosta. In aggiunta, il Comune del capoluogo attiverà altre due stazioni nell’ambito del progetto Cityporto. In questo modo, a fine primavera, la Valle d’Aosta conterà un totale di circa cento prese di ricarica (per auto, per scooter e per quadricicli) “e sarà la prima regione europea con un numero tanto importante di centraline per veicoli elettrici, elemento che attrarrà i turisti”, ha commentato il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini.

Il primo eco-passo è fatto. La volontà di creare la rete di colonnine rappresenta il tentativo di favorire una mobilità meno inquinante, di creare le condizioni per lo sviluppo del comparto, di eliminare l’alibi secondo cui, se non ci sono stazioni di ricarica, non ha senso acquistare un’auto elettrica, e viceversa. Adesso che la rete di rifornimenti green è pronta a raggiungere numeri elevati, specie in rapporto alla popolazione residente, pari a circa 127 mila persone, la speranza dell’amministrazione locale è che si assista a una maggior diffusione delle vetture a zero emissioni, al momento ancora scarsa.

I vantaggi per le auto elettriche. La realizzazione della rete di ricariche non è l’unico passo compiuto dalla Valle nell’ambito della promozione della mobilità a zero emissioni. In regione i veicoli elettrici non pagano la tassa di circolazione per 5 anni e, successivamente, godono di una riduzione del 75% sul bollo. Nella città di Aosta, poi, possono usufruire di parcheggi gratuiti e di accesso free nelle aree ZTL.