news

In arrivo a Londra i nuovi taxi elettrici

30 aprile 2017

 

Nel nuovo stabilimento della London Taxi Company di Ansty, a Coventry, è entrato in produzione il TX5, alias lo storico black cab londinese in versione elettrica. Il design rimarrà pressoché invariato, riproporrà il modello di sempre, mentre cambieranno le specifiche tecniche. Saranno, infatti, delle Extended Range, delle vetture elettriche, cioè, equipaggiate di un motore termico aggiuntivo, con batterie da 33 kW e un’autonomia stimata di circa 112 chilometri con la sola propulsione elettrica. Secondo le previsioni, inizieranno a girare per le strade di Londra a partire dalla fine di quest’anno.

Il primo impianto total electric inglese. La fabbrica di Coventry rappresenta il primo impianto di produzione di veicoli in Inghilterra dedicato esclusivamente alla realizzazione di mezzi total electric. Un primato che ora si concentra sulla produzione dei nuovi black cab elettrici - 20 mila all’anno, secondo il programma dell’azienda, di proprietà del gruppo cinese, lo stesso che in mano ha i marchi Volvo e Lynk & Co. -, ma che nel prossimo futuro intende estendere la gamma, con furgoni e altri modelli.

500 km di test e 300 milioni di sterline d’investimento. La produzione dei nuovi TX5 è all’insegna di un altro primato, quello dei test. Ogni unità assemblata dovrà percorrere oltre i 500 km in qualsiasi condizione climatica, prima di ricevere il via libera per essere messa su strada. Dai vertici aziendali spiegano che la sicurezza viene prima di tutto, è una priorità che non accetta compromessi. Sale l’attesa di vedere i primi su strada, soprattutto quando il giro di affari ruota intorno ai trecento milioni di sterline e parla cinese.