news

Auto elettriche, Barilla realizza la più grande stazione italiana di ricarica

22 aprile 2017

 

La filosofia aziendale è green. Aiutare l’ambiente e sposare una filosofia ecosostenibile è un’emergenza non più rinviabile. Molte aziende hanno avviato progetti sul tema per alleggerire il livello di inquinamento che, in maniera più o meno diretta, si rilascia nell’aria ogni giorno. Un buon esempio arriva ora da Barilla, che ha appena rinnovato il parco auto aziendale puntando sulla tecnologia ibrida.

L’introduzione di 83 auto ibride. Gli 83 modelli della nuova flotta a tecnologia ibrida, vale a dire con motore termico ed elettrico integrati, consentiranno di ridurre le emissioni inquinanti di anidride carbonica di quasi il 40%. Una stima calcolata confrontando l’impatto ambientale dell’intera gamma prima e dopo il cambio (cioè auto non ibrida contro ibrida), che ha evidenziato una riduzione annua di circa 165 tonnellate di emissioni di CO2. Un valore simile all’anidride carbonica assorbita in dodici mesi da più di 8 mila alberi.

L’installazione di 31 colonnine di ricarica. Il cambiamento non riguarda solo i veicoli, ma anche i punti di ricarica. Dato che le auto elettriche così come quelle ibride plug-in non possono farne a meno, nella sede centrale di Pedrignano, nel parmense, dove è concentrata la gran parte del parco auto aziendale, Barilla ha installato 31 colonnine. Un numero che rende lo spazio la più grande stazione di ricarica del paese.

 

 

La stazione di ricarica Barilla, la più grande del Paese.