news

Jaguar Land Rover sceglie le rinnovabili

05 aprile 2017

 

Solo fonti rinnovabili per Jaguar Land Rover. La Casa automobilistica ha appena siglato un accordo con EDF Energy, tra i protagonisti della scena energetica britannica, per assicurarsi la fornitura di tutto l’elettrico necessario alle proprie attività proveniente solo da fonti alternative. L’accordo, operativo fino al 2020, conferma e rinnova così l’impegno del Gruppo sul fronte dell’innovazione in chiave ambientalista.

La sostenibilità tra presente e futuro. “Il nostro futuro è pulito, efficiente e a scarse emissioni di carbonio”, hanno dichiarato i vertici aziendali in occasione dell’annuncio dell’accordo firmato con EDF Energy. “Il nostro programma non si ferma qui: la ricerca di nuovi miglioramenti prosegue, sia per quanto riguarda la riduzione dei consumi d’energia e delle emissioni di carbonio”, hanno aggiunto. Perché l’obiettivo della Casa britannica è impiegare energia elettrica proveniente solo dalle rinnovabili, in aggiunta a quella prodotta dai pannelli solari dell’Engine Manufacturing Centre di Wolverhampton, tra le installazioni da tetto più estese a livello europeo.

La riduzione delle emissioni. Il nuovo accordo si inserisce nell’ambito del Sustainability Report, un programma ad ampio spettro messo in moto da JLR per muoversi nel rispetto di criteri ecocompatibili. Nel piano rientrano la riduzione del 32% delle emissioni di CO2 da parte delle flotte europee e il calo del 38% dell’energia per veicolo prodotto, rispetto al 2007. Ma anche l’investimento di oltre 3 miliardi di sterline per la ricerca e lo sviluppo della propulsione elettrica, ibrida e convenzionale. “Nell’ultimo anno sono state recuperate 50.000 tonnellate di scarti d’alluminio, sufficienti per 200.000 scocche Jaguar XE”, ha sottolineato Ian Harnett, Executive Director of Human Resources and Global Purchasing di Jaguar Land Rover. Che ha concluso: “Riciclando questo alluminio, l’immissione nell’atmosfera di CO2 è stata ridotta di mezzo milione di tonnellate di CO2”.

Modello aziendale di edilizia ecocompatibile. Anche i nuovi edifici del Gruppo Jaguar Land Rover sono stati progettati in un'ottica di un futuro sempre più virtuoso, almeno dal punto di vista ambientale. Tanto che hanno ottenuto la qualifica “Eccellente” del BREEAM (Building Research Establishment). Che invita a focalizzarsi sulla riduzione delle emissioni carboniose, riducendo al minimo il fabbisogno energetico degli edifici.