news

Il primo electrip europeo: 6.000 km senza una goccia di benzina

03 aprile 2017

 

Viaggiare con un’auto elettrica per lunghe, lunghissime tratte, senza avere intoppi, senza, soprattutto, rimanere a piedi, si può. Ugo Salvoni può dirlo, perché ci ha provato e ci è riuscito. Ugo Salvoni, ingegnere trentacinquenne specializzato in energie rinnovabili, a settembre è partito per il primo electrip europeo, un esperimento che si è rivelato un successo.

L’itinerario del viaggio elettrico. Alla guida di una Nissan Leaf, che ha un’autonomia di 30 kWh di capacità nelle batterie al litio, equivalenti a 140-190 km, il giovane ingegnere ha viaggiato on the road. È partito da Lucca ed è arrivato, dopo tre settimane e 6.000 chilometri, a Copenhagen, attraversando otto Paesi e toccando cinque capitali.

La caccia alle colonnine. La ricerca delle colonnine di ricarica ha scandito le tappe del percorso. “Perché l’auto utilizzata non ha dispositivi alternativi alla trazione elettrica: finita la carica, bisogna scendere a fare il pieno”, racconta Ugo Salvoni. Se in Italia, che si conferma agli ultimi posti in Europa per quanto riguarda le ricariche veloci, gli spostamenti sono vincolanti e difficoltosi, valicato il confine nostrano si scopre che percorrere 400 km al giorno con circa un’ora di sosta non solo è paragonabile al farlo con un’auto a combustione, ma è anche economico. Il costo del tour elettrico? 300 euro.